12 Dic

La Cooperativa sociale Horizon 2 amplia le attività con l’apertura del laboratorio “Il luogo delle meraviglie”, in occasione del mercatino di Natale. Inaugurazione venerdì 13 dicembre alle 15,30 in via Marrone 4, alla presenza del sindaco di Montesilvano Ottavio De Martinis e dell’assessore alle Politiche sociali Barbara Di Giovanni. Partecipano anche il direttore del Dipartimento di Salute mentale della Asl di Pescara, Sabatino Trotta e il Direttore Generale della Asl Antonio Caponetti.

“Ringrazio la Cooperativa sociale Horizon 2 per aver realizzato un importante luogo d’incontro – afferma il sindaco De Martinis – in cui le persone che lo frequentano sono impiegate sia nella realizzazione di creazioni artigianali ed artistiche uniche, sia nei processi di assemblaggio semplice che aziende locali commissionano alla nostra cooperativa. Per mezzo di una vera attività lavorativa  queste possono  ritrovare il “vero” diritto alla cittadinanza. Per una vera integrazione lavorativa. Fondamentale a tal fine è la costituzione di una rete stabile tra Istituzioni, cooperativa ed imprese, dove l’Istituzione diventi il mandante del processo. Il laboratorio è un riferimento sul territorio cittadino per le attività occupazionali di tipo artigianale. Un’iniziativa che crea una bella opportunità per questi ragazzi e le loro famiglie di vedere i loro prodotti anche nella grande distribuzione”.

“Il Luogo delle Meraviglie – spiega Lorenza Puarulli Presidente della Cooperativa Horizon 2 – è un laboratorio socio-occupazionale, un luogo che offre a persone affette da fragilità emotiva la possibilità di emanciparsi e rivestire un ruolo sociale attivo e riconosciuto. Fine, questo, perseguito attraverso la relazione educativa e l’attività ergoterapica. Con il lavoro in laboratorio ogni persona trova la propria dimensione espressiva in ogni fase produttiva, grazie a tempi creativi e lavorativi rispettosi dei differenti livelli di autonomia di ciascuno. Il nostro lavoro è un anello del processo industriale; attualmente evadiamo commesse da parte di due  importanti realtà produttive, le quali hanno condiviso la nostra mission senza rinunciare ai loro obiettivi economici. Al momento questo collegamento è ancora instabile e solo attraverso un più incisivo intervento istituzionale si potrà cementare quest’anello di congiunzione tra attività produttive profit e la nostra cooperativa sociale. Gli oggetti saranno in vendita a Porto Allegro il prossimo 20 dicembre”.