23 Set

Al via il crowdfunding di Coopstartup Rigeneriamo Comunità.

L’iniziativa – promossa da Legacoop e Coopfond, in partnership con Banca Etica, Fondazione Finanza Etica e Produzioni del Basso – nata per favorire il consolidamento, lo sviluppo e la creazione di cooperative di comunità nei piccoli comuni, nelle aree interne, nelle aree urbane degradate, nelle aree agricole abbandonate e nelle zone di interesse naturalistico e culturale, è giunta alla fase del crowdfunding.

Tale iniziativa vuole essere una risposta concreta allo spopolamento dei luoghi e al degrado degli spazi favorendo, contemporaneamente, l’imprenditorialità, l’occupazione e la sostenibilità economica e ambientale. Il Progetto Coopstartup Rigeneriamo Comunità è stato avviato con un bando, aperto dal 4 giugno al 31 agosto 2019, a cui si sono iscritti 144 gruppi, comprese alcune neo cooperative. I gruppi e le neocooperative hanno partecipato ad un articolato programma di formazione, tutoraggio e accompagnamento che ha visto promotori e partner impegnati in un’intensa relazione con i progettisti e con un’articolata rete di sostenitori (Arci, Assoprovider, Borghi Autentici d’Italia, Consorzio Sale Della Terra, Cooperare con Libera Terra, CittadinanzAttiva, Fon.Coop, Fondazione Futurae, Fondazione Noi Legacoop Toscana, Labgov; Legambiente, Rete Piccoli Comuni del Welcome, Slow Food Italia) e si è concluso con la selezione dei progetti che hanno ora accesso al crowdfunding.

Al termine del percorso di selezione e formazione, una giovane realtà abruzzese, nota come la prima Cooperativa di Comunità di Territorio presente in Italia, è arrivata a fine percorso e può ora raccogliere i fondi per realizzare il loro progetto Realstart finalizzato alla produzione e alla valorizzazione di questa Terra . Realstart nasce, appunto, dalla volontà di un gruppo di giovani appartenenti alla zona colpita dal sisma della Provincia di Teramo, che ha deciso di restare ed investire in un’iniziativa imprenditoriale offrendo un servizio di affitti brevi a 360 gradi che copre tutti gli aspetti, burocratici ed operativi, collocando gli immobili anche sui mercati internazionali.