22 Ott

Due giorni di incontro, dibattiti e analisi a Palazzo de’ Rossi a Bologna per il Festival del sarà. Appuntamento il 23 e 24 ottobre per riflettere sul ruolo dell’Italia nello scacchiere geopolitico internazionale e sulla sfida fra democrazia diretta e digitale. Un momento autunnale per il festival, che dopo le ultime tre edizioni a Termoli atterra a Bologna, sempre dando la parola a realtà territoriali, istituzionali e imprenditoriali, che si confrontano sul futuro del Paese. Al dibattito del 23 ottobre sarà presente Luca Mazzali, Legacoop Abruzzo, presidente Adrilog.

L’evento si apre il 23 ottobre alle 18,30 con una intervista a Romano Prodi, già due volte presidente del consiglio dei Ministri e della commissione Europea. A cura di Antonello Barone, ideatore del festival. Il padre dell’Ulivo è stato tra i primi teorici dell’apertura diplomatica e commerciale con la Cina, già a partire dalla fine degli anni ’80 e il suo sarà un punto di vista fondamentale per comprendere il valore strategico per l’Italia in questo progetto. Tema della prima giornata è Le vie della seta-Economia, attrattività e sviluppo lungo la rotta cinese.

Nel volgere di poche settimane, dopo il voto europeo che ha sconfitto le destre nazionaliste nei 28 stati dell’Unione, l’Italia ha cambiato governo e ridefinito la sua visione geo-strategica e commerciale, sospinta dalle dinamiche di un contesto geopolitico internazionale in rapidissima transizione. Abbandonato il sovranismo e le relazioni speciali con le democrature dell’est Europa, l’atlantismo e l’europeismo tornano al centro della politica estera nazionale. L’opportunità offerta dalle nuove vie della seta e i rapporti geopolitici con la Cina restano comunque un dossier aperto sulle scrivanie del governo e delle principali aziende nazionali. L’Italia e soprattutto i territori all’avanguardia come l’Emilia-Romagna che determinano con la loro attrattività lo sviluppo economico del Paese, saranno in grado di cogliere questa nuova opportunità?

Si confrontano sul tema: Andrea Corsini, assessore al Turismo e Commercio Emilia-Romagna; Matteo Lepore, assessore alla Cultura Comune di Bologna; Stefano Gardini, direttore Business Non Aviation Aeroporto internazionale Guglielmo Marconi di Bologna; Giovanni Anceschi, presidente Art-Er; Lucio Poma, Nomisma; Giulio Magagni, presidente Emilbanca; Monica Giandotti, Tg3.

Nella stessa giornata presentazione dell’indagine di mercato: l’Italia e le sue imprese nel nuovo assetto geopolitico internazionale. Illustra Nicola Cesare – Ad Cesare Group – Digis. Intervengono: Enrico Dari, CGT Group Sales Marine Director; Nicola Fabbri, AD Fabbri 1905 S.p.A.; Daniele Vacchi, direttore Corporate Communications IMA; Mauro Bosco, Ad MB Holding; Luca Mazzali, Legacoop Abruzzo, presidente Adrilog; Franco Calarota, Galleria d’Arte Maggiore. Modera Antonello Barone, ideatore del Festival del Sarà. Segue il momento gourmet con la Bomba dello chef 4 stelle Michelin Niko Romito.

Il 24 ottobre è dedicato al tema Rappresentativa Vs Diretta-La sfida della democrazia del XXI secolo. La crisi di governo agostana, ha mostrato da un lato la sempre più evidente destrutturazione dei partiti e dall’altro l’ancora risolutiva capacità delle regole costituzionali del 1948 di fornire soluzioni parlamentari alla crisi patologica del sistema democratico, nonché alla voglia di ottenere “pieni poteri” da parte di alcuni leader politici. Sullo sfondo, però, si staglia sempre più evidente una nuova sfida ideologica, fra chi ritiene la democrazia rappresentativa ancora l’unico metodo di governo della cosa pubblica e chi invece spinge per ridefinire le regole, verso una sempre più accentuata democrazia diretta e digitale.

Appuntamento sempre alle 18,30. Si parte con la presentazione dell’indagine di mercato: Gli italiani e la democrazia diretta e digitale. Illustra Nicola Cesare – Ad Cesare Group – Digis. Ne discutono: Virginio Merola, sindaco del Comune e della Città metropolitana di Bologna; il senatore Pier Ferdinando Casini, presidente dell’Interparlamentare italiana – Organizzazione mondiale dei parlamenti; Roberto Gravina, sindaco di Campobasso; Michele Brambilla, direttore Quotidiano Nazionale; Silvia Sciorilli Borrelli, corrispondente Italia politico.eu; Angelo Panebianco, professore Alma Mater Studiorum Bologna, editorialista del Corriere della Sera; Marco Olivetti, professore diritto costituzionale Lumsa, editorialista di Avvenire; Gianluca Sgueo, New York University global professor.